La figura professionale della costumista teatrale

di Francesca Filardo

La figura professionale della costumista teatrale è una delle figura di maggior rilievo, come quasi tutte le professionalità tecniche/creative che fanno parte del mondo dello spettacolo. Da lei dipenderà parte della “sensazione” che un personaggio deve far scaturire nel pubblico.

In teatro le figure professionali di tecnici sono tante. Ognuna riveste un ruolo importante per la buona riuscita dello spettacolo. Ci sono figure professionali che seguono lo spettacolo dalla nascita alla fine ed altre che vengono inserite in vari momenti della produzione. I costumi, insieme con le scenografie, sono i primi elementi ad essere costruiti. Così, insieme con il regista ed il produttore, le prime figure professionali ad entrare a far parte di uno staff sono proprio costumisti e scenografi.

Ad una prima riunione col regista e la scenografa, la costumista raccoglie tutte le informazioni su epoca e atmosfera dello spettacolo. Segue poi il colloquio specifico col regista dove si stabiliscono i “caratteri” di tutti i personaggi. Ci si accorda sui colori col regista e con lo scenografo. Fatto questo si parte con uno studio di epoca e stile (anche se si conoscono bene, un’occhiata ai libri si da sempre) e poi si parte con la stesura dei bozzetti, la ricerca dei tessuti e delle fantasie adeguate… insomma con tutto il lavoro materiale da sottoporre poi al regista e da discutere con lo scenografo.

Compito della costumista è anche la creazione di uno staff per la produzione dei costumi o la scelta di una sartoria adeguata che abbia i giusti requisiti per realizzare i costumi necessari.

Oltre all’aspetto puramente pratico ed esecutivo già illustrato, la costumista è una figura professionale complessa. Una di quelle che non smette mai di studiare e di ricercare. Si va dalla specifica ricerca del taglio d’epoca, ai colori, all’atmosfera, all’aspetto sociologico, fino alla ricerca dei tessuti adeguati.

Lo staff di una costumista è formato da altri costumisti (in grado di fare ricerche e raccogliere informazioni di ogni tipo), capo sarti esperti di taglio di ogni epoca, sarti esperti in ogni tipo di tessuto, sarte di scena in grado sia di tenere i costumi in ordine nel corso delle repliche, che di aiutare gli attori in cambi complessi o veloci, nonché di controllare che ogni parte del costume sia indossata nel modo giusto.

Impossibile stimare il numero delle persone che devono essere nello staff, dipenderà molto dal tipo di produzione, dalla quantità di costumi e di cambi da realizzare e portare in scena.

Quello che è certo è che ogni parte dello staff lavora in momenti differenti. Nella parte iniziale la costumista lavora gomito a gomito con la sartoria, successivamente, terminata la produzione dei costumi e controllato in teatro che tutto sia al posto giusto, i costumi vengono affidati alle sarte di scena che seguiranno lo spettacolo fino alla fine delle repliche. Occupandosi poi di lasciare i costumi puliti ed in ordine sia durante lo spettacolo che alla fine dello stesso, archiviando e sistemando con cura tutto.

In linea molto generale ho cercato di dare un’idea di che tipo di lavoro svolge questa figura professionale tanto varia e complessa.

PERSONAGGI.EU
Costumeria, Mascotte, Burlesque, Corsi di cucito
Francesca Filardo: 338 238 5092
Carmela Serpe: 328 431 7400
info@personaggi.eu

     

Privacy Policy

Powered by Turniton